Federazione dei Cristiano Popolari
FDCP, La forza del dialogo
INAUGURAZIONE FDCP RONCIGLIONE
Categories: Attualità, Politica

Federazione dei Cristiano Popolari: Si é svolta il 13 Settembre a Ronciglione l’inaugurazione della Sede dei Cristiano Popolari alla presenza del Presidente nazionale on. Mario Baccini e del segretario regionale dei Cristiano Popolari on. Alessandro Vicari e il coordinatore provinciale Angelo Cardarelli.

Tra i numerosi ospiti presenti alla cerimonia e al dibattito politico svoltosi successivamente davanti ad una sala gremita di simpatizzanti, tesserati ed amici, il Sindaco di Viterbo Giulio Marini, il Leader del Popolo Etrusco Candido Socciarelli, l’assessore alla provincia Giuseppe Fraticelli, il segretario provinciale dei Verdi Diego Piermattei, il segretario nazionale dei giovani dei Cristiano Popolari dott. Alan Baccini e il vice coordinatore provinciale dei Cristiano Popolari Gianni Menichini.

Il padrone di casa, Coordinatore cittadino di Ronciglione Luciano de Fermo, ha illustrato le motivazioni di questa inaugurazione che cade in un momento di grave crisi d’identità del sistema politico e dei suoi rappresentanti, alimentando di fatto il senso di antipolitica nel cittadino.

“Un momento particolare – ricorda De Fermo – che non deve farci cogliere impreparati, obbligandoci a tenere sempre aperta la porta dell’attenzione verso il territorio per dare risposte immediate e precise. In questo momento aprire una sede politica qui a Ronciglione, dopo quella di Nepi e prima delle altre che arriveranno a breve, penso a Viterbo e Tuscania, significa combattere il pressappochismo dell’antipolitica del tutto é sbagliato e tutto é da rifare. Il territorio ci chiede di essere attenti e di dare risposte adeguate con persone adeguate, ad ogni livello istituzionale. Ricordo la recente raccolta di firme a Ronciglione, voluta dai Cristiano Popolari di Mario Baccini, a favore dell’abolizione del contributo elettorale ai partiti e dell’abrogazione dell’attuale legge elettorale “Porcellum” che non consente al cittadino di esprimere la propria preferenza al candidato migliore derogando, di fatto, tale diritto alle segreterie politiche. I problemi della grave crisi economica che non risparmia la Tuscia con i suoi esodati, disoccupati soprattutto giovani, i licenziati e i problemi di una agricoltura colpita da eventi atmosferici dannosi e da una concorrenza estera ogni anno piú agguerrita e sleale”.

Dopo la relazione di introduzione si sono alternati i vari ospiti presenti per il saluto di rito e per concordare, su invito del Presidente Baccini, una strategia comune per combattere la crisi del sistema attuale, facendosi portatori di quella idea di fare politica, propria dei Cristiano Popolari, i quali, con forza, credono fermamente che prima dei partiti bisogna formare l’uomo politico, (Don Mazzolari), evitando cosí che si dedichi agli interessi particolari, o di pochi, tralasciando la vera missione del politico che deve essere approntata solo al bene generale.

Le conclusioni dell’On. Baccini il quale, dopo essersi complimentato per l’ottimo risultato ottenuto, per la presenza dei numerosi ospiti e simpatizzanti e per la visibilità a seguito dell’apertura della sede di Ronciglione dei Cristiano Popolari con Luciano de Fermo, Domenico Bigi, Sergio Farricelli e Renato Lombroni, ha chiesto ai presenti di continuare nello sforzo di “portare la buona politica tra la gente anche in un momento come questo di crisi valoriale”.

Confrontarsi con il cittadino per capirne i problemi e “sentirsi piú eletti e meno gli eletti”, essere di riferimento senza mai tradire la fiducia riposta, ritrovare il senso del proprio mandato elettorale a favore dell’etica e non dell’etichetta. Valorizzare il territorio attraverso le realtà locali e non tramite rappresentanti asettici di questo o di quel movimento. Fare squadra comune per arrivare ad esprimere e a far ritrovare nel cittadino un senso positivo verso la politica. Perché la politica non sia un consiglio di amministrazione dove i valori sono interessi per pochi intimi, ha concluso il Presidente Mario Baccini.

I commenti sono chiusi.