Federazione dei Cristiano Popolari
FDCP, La forza del dialogo
ECONOMIA: NUOVI AIUTI PER LA GRECIA E UNA PROMOZIONE INASPETTATA PER L’ITALIA

Federazione dei Cristiano Popolari: La notizia degli aiuti alla Grecia è stata ufficializzata stamattina al seguito del vertice notturno in cui si è giunti all’accordo tra l’Eurogruppo e il Fondo Monetario Internazionale al fine di ridurre il debito della Grecia, portando dal 120 al 124% del Pil . Un traguardo impegnativo ma non impossibile per lo stato ellenico che dovrà impegnarsi per ristabilire i propri bilanci entro il 2020. Seguendo questa linea il Pil dovrà poi registrare un brusca discesa a 110% entro il 2022. Le modalità scelte durante il vertice durato oltre 13 prevedono un taglio di 100 punti base degli interessi sui prestiti bilaterali a cui si andrà aggiungendo una moratoria decennale sui tassi dei prestiti concessi dal fondo salva-Stati; un’estensione delle scadenze dei prestiti di 15 anni e uno spostamento decennale dei pagamenti degli interessi. Gli stati dell’Eurozona opereranno poi una riduzione di 10 punti base sul costo delle commissioni imposto ad Atene per le garanzie fornite dai paesi dell’Eurozona per i prestiti ad Atene del fondo salva-stati Efsf. Antonis Samaras, ha dichiarato apertamente la sua soddisfazione: “Tutto è andato bene. Tutti i greci insieme hanno lottato per questa decisione, e domani comincia un nuovo giorno per tutti noi”. In cambio di questa nuova boccata d’ossigeno il governo, si impegna a intervenire sul mercato e riacquistare propri bond a prezzo ridotto per ridurre parte del proprio debito pubblico. Condizione, questa fondamentale: il direttore del Fmi Christine Lagarde, ha avvertito che chiederà il via libera del consiglio esecutivo del FMI solo dopo l’ufficializzazione del programma di riacquisto dei bond greci. Le borse hanno risposto positivamente a questo nuovo piano di aiuti per la Grecia.L’avvio è stato, infatti, positivo per tutti gli indici finanziari Francoforte registra un progresso dello 0,71% a 7.343 punti, mentre Parigi apre in rialzo dello 0,66% a 3.523. Bene anche Amsterdam +0,60% e la piazza di Londra che guadagna lo 0,40%.

Una valutazione positiva dell’andamento economico del nostro paese arriva da una voce autorevole dell’economia internazionale: Jim O’Neill, presidente di Goldman Sachs Asset Management, ha infatti dichiarato di considerare l’Italia una potenziale «sopresa» positiva per il 2013. Il report Goldman Sachs di O’Neill offre spunti positivi sull’Italia, economia che nasconde il proprio potenziale proprio nel sentimento negativo che la ha circondata dall’inizio della crisi del debito sovrano, anche a causa della vicinanza non solo geografica con Grecia e Spagna. «In termini di crescita, anche se la recessione nel Paese continua, gli indicatori che utilizziamo suggeriscono che l’economia abbia toccato il fondo del ciclo, e che sia pronta a ripartire». Una buona notizia per l’economia del nostro Paese che evidenzia ancora una volta la necessità di aprire una nuova fase di governo attenta alla ripresa economica e al benessere sociale dell’Italia. Il futuro premier che sarà scelto nelle elezioni 2013 avrà quindi il compito di avviare una nuova stagione di crescita per l’Italia e porre, finalmente, termine a questi anni di crisi.

I commenti sono chiusi.