Federazione dei Cristiano Popolari
FDCP, La forza del dialogo
FDCP: FARE POLITICA SEGUENDO GLI INSEGNAMENTI DI DON STURZO

Federazione dei Cristiano Popolari: Era il 18 dicembre 1919 quando Don Luigi Sturzo fece il suo appello ai politici italiani per la costituzione di un partito popolare italiano, che avesse alla base della propria azione saldi valori. Perché dopo tanto tempo riparlare del pensiero di don Sturzo? E’ un pensiero che ha già sviluppato la sua idealità oppure non ha trovato gli uomini che hanno creduto in questo pensiero e che lo hanno realizzato? Quanto può esserci d’aiuto riflettere sugli insegnamenti di Don Sturzo  al giorno d’ oggi?

Il presidente dei Cristiano Popolari, l’On. Mario Baccini, ha parlato della figura di don Sturzo come politico nel 60anniversario della nomina a Senatore a vita, al convegno organizzato dal CISS Frascati ricordando quanto sia importante nell’azione politica  della FDCP il richiamo alla figura del fondatore del Partito Popolare italiano: “Don Luigi Sturzo non è mai stato fino in fondo solo un uomo politico perché era un uomo pubblico”. La crisi attuale dimostra che la politica e l’economia non sanno reggersi da sole, senza che ci sia un sistema valoriale che le trascenda. Quando questo sistema valoriale viene meno, la politica e l’economia non sono in grado di ricostruirlo da sole. Sturzo è importante perché ci aiuta a riflettere sul senso etico e religioso del nostro agire mentre noi siamo abituati a riflettere solo sull’aspetto tecnico del nostro agire e per questo che, come ha concluso il presidente FDCP ponendosi idealmente in continuità con il pensiero di Don Sturzo: “L’impegno di don Luigi Sturzo e l’attualità del suo pensiero rivalutano la missione dei rappresentanti del popolo in una politica sana impegnata a favore dei cittadini, una lezione che ogni parlamentare cattolico deve fare propria”.

L’On. Mario Baccini ha concluso  il proprio discorso ricordando il forte ruolo riformatore assunto dalla missione di Don Sturzo a cui va il grande merito di aver sempre conservato al di sopra di ogni velleità politica, la sua forte carica umana: “del parlamentare e della sua missione ricordiamo l’impegno per la morale, per il bene comune e le sue proposte di legge per la trasparenza sul finanziamento ai partiti politici, ma anche e soprattutto la legge sulle incandidabilità  dei parlamentari. La politica è un impegno a favore degli altri, che deve essere condotto con rettitudine.  l’esempio e gli insegnamenti, così come le proposte legislative di don Luigi Sturzo, sono di una modernità e di un’ attualità che non possono essere ignorate, specie da noi cattolici di centro-destra impegnati in politica, come ha ricordato più volte anche il Santo Padre Benedetto XVI”.

I commenti sono chiusi.