Federazione dei Cristiano Popolari
FDCP, La forza del dialogo
ECONOMIA:OBAMA AGGIRA IL RISCHIO FISCAL CLIFF E I MERCATI EUROPEI REGISTRANO IL RIALZO
Categories: Attualità, Politica

Federazione dei Cristiano Popolari: Gli Stati Uniti hanno arrestato la discesa verso la voragine fiscale a un passo dal precipizio con uno storico accordo tra Democratici e Repubblicani subito commutato in una legge, l’ American Taxpayer Relief Act. Nonostante sia ormai chiaro e sottolineato da più osservatori, da Moody’s al Fondo Monetario Internazionale, che presto la tensione tornerà tra i due fronti del Parlamento di Washington, visto che entro due mesi si dovrà mettere mano alla spesa pubblica con tagli consistenti, l’accordo continua a influenzare l’andamento dei mercati mondiali.

Anche l’Italia gode del benefico effetto distensivo del ATR Act sui mercati finanziari internazionali: l’effetto immediato è stata la discesa dello spread sotto la quota indicata dall’uscente premier Mario Monti come obiettivo del suo governo (287 punti), che per i conti dello Stato si trasforma in un risparmio di circa 50 miliardi in tre anni. Questo non significa ancora che il periodo dei sacrifici sia terminato per il nostro Paese. Il governo uscente ha presentato ieri il documento “analisi di un anno” nel quale i tecnici spiegano come sulla spending review “non bisogna fare passi indietro e soprattutto non bisogna cedere alle sirene delle lobby e di chi non vuole rinunciare ai propri privilegi”,  scrive il governo, secondo il quale “l’azione è appena iniziata”: “non è ragionevole un cambiamento epocale in un tempo così ristretto”. Un anno impegnativo quello che ci attende in vista dell’obiettivo di ” di ridurre di un punto e progressivamente la pressione fiscale, iniziando dalle aliquote più basse per dare respiro alle fasce più deboli”.

I commenti sono chiusi.