Federazione dei Cristiano Popolari
FDCP, La forza del dialogo
ENM: IL FORUM ITALIA-LIBIA SANCISCE L’IMPORTANZA DEL MICROCREDITO PER LO START UP

Federazione dei Cristiano Popolari: Sostenere la transizione in Libia e valorizzare gli stretti rapporti economici bilaterali sono gli obbiettivi che hanno animato il forum economico Italia – Libia che si è svolto venerdì 11 gennaio alla Farnesina, copresieduto dal Ministro Giulio Terzi e dal Capo dello Stato e Presidente dell’Assemblea Generale Nazionale della Libia, Mohammed Al-Mgarief in  visita ufficiale a Roma.

Hanno presenziato il forum economico della Farnesina i rappresentanti degli enti nazionali da tempo impegnati nel delicato compito di internazionalizzazione del sistema produttivo, delle associazioni imprenditoriali, degli istituti di credito, e di decine di imprese italiane di grandi e medie dimensioni. L’appuntamento odierno si propone di proseguire l’azione volta a favorire e moltiplicare i contatti tra gli imprenditori dei due Paesi. consolidamento e rafforzamento della presenza economica italiana in Libia deve passare attraverso una rinnovata fiducia istituzionale e imprenditoriale da ambo le parti. La transizione democratica libica “è giunta a una tappa decisiva e l’Italia sta intensificando un’ampia azione di accompagnamento verso la democrazia e il rilancio dell’economia, nel rispetto dell’indipendenza del paese”. Ha spiegato il Ministro Giulio Terzi, all’apertura dei lavori del secondo Forum economico italo – libico. “L’intervento pubblico, ha aggiunto, da solo non è sufficiente e sono necessari anche gli investimenti dei privati ed è questo lo spirito dell’incontro” .  Tra Le istituzioni presenti anche l’Ente nazionale per il Microcredito, rappresentato dal presidente Mario Baccini. Il ministro degli Esteri ha sostenuto l’importanza del microcredito e della micro – finanza nonché del know-how sviluppato proprio dall’ENM per sostenere la partnership con la Libia e lo start-up delle nuove imprese nella fase attuale di ricostruzione del tessuto economico sociale del Paese. “Siamo a disposizione della Cooperazione italiana e del MAE -ha sottolineato Baccini nel Suo Intervento – il nostro core business è quello di favorire un’economia sociale. IL nostro obbiettivo, come Ente pubblico, è quella di creare una soluzione al disagio sociale attraverso il lavoro, con la realizzazione e il supporto di micro-imprese”.

 

I commenti sono chiusi.