Federazione dei Cristiano Popolari
FDCP, La forza del dialogo
VOTO ITALIANI ALL’ESTERO: NIENTE VOTO PER GLI STUDENTI ERASMUS

Federazione dei Cristiano Popolari: Bocciata la richiesta degli studenti Erasmus di poter partecipare al voto all’estero; com’è stato reso noto quest’oggi dal Consiglio dei Ministri nel comunicato ufficiale:  “La discussione ha posto in evidenza delle difficoltà insuperabili: anzitutto di tempo e di praticabilità e, soprattutto, di costituzionalità nel selezionare unicamente gli studenti Erasmus, escludendo tutti gli altri soggetti che si trovano all’estero per ragioni di studio, ma senza una borsa Erasmus, come nuova categoria di elettori temporanei. La discrezionalità di scelta che eserciterebbe il Consiglio con questa decisione – si rileva ancora – contrasta con i principi di partecipazione democratica, eguaglianza ed effettività del diritto di voto previsti dalla Costituzione”. Il Consiglio dei ministri di oggi “ha auspicato che la prossima riforma elettorale tenga in debita considerazione le esigenze dei giovani temporaneamente all’estero per ragioni di studio e di lavoro”.

 L’Italia è uno dei pochi Paesi rimasto a non consentire il voto per corrispondenza anche per chi risiede temporaneamente in un Paese diverso. A poter essere ammessi al voto all’estero sono infatti secondo la legge: “gli appartenenti alle  Forze armate e alle Forze di polizia temporaneamente all’estero in quanto impegnati nello svolgimento di missioni internazionali; i dipendenti di amministrazioni dello Stato, di regioni o di province autonome, temporaneamente all’estero per motivi di servizio e i professori e ricercatori universitari”. La reazione dei ragazzi impegnati nell’Erasmus, affidata perlopiù ai social network, è stata di delusione e sconforto; preoccupanti manifestazioni di disincanto verso la politica.

 

I commenti sono chiusi.