Federazione dei Cristiano Popolari
FDCP, La forza del dialogo
Tajani: Baccini, il miglior sindaco per Fiumicino

Mario Baccini e Tajani a FiumicinoFederazione dei Cristiano Popolari:  al capezzale del Comune di Fiumicino che domenica andrà al voto, Tajani in abiti euro-istituzionali, dà lezioni di Europa al nuovo Governo: “Per stare in Europa bisogna stare in Europa, no come come Salvini che non è andato ad una riunione Ue in Lussemburgo dove si parlava di immigrazione e il ministro per l’Interno non c’era. E’ vero che aveva il dibattito in Parlamento ma per la campagna elettorale a Brindisi ha lasciato il Parlamento. Lì c’erano in ballo gli interessi di un partito, in Lussemburgo c’erano in ballo gli interessi degli italiani. Speriamo che sia soltanto un inizio sbagliato. Per contare di più a Bruxelles bisogna esserci”.

Quindi le fantaipotesi di uscita dall’euro e dall’Europa che potrebbero “portarci alla bancarotta. Sono tutte sciocchezze”. Quindi un messaggio al premier Conte. “Alle riunioni a Bruxelles un conto è se partecipa un funzionario dell’ambasciata italia, tutt’altro se c’è un ministro. La Merkel c’è sempre e non possiamo chiedere di fare gli interessi dell’Italia”.

Sul nodo dei fondi europei e sul fatto che l’Italia riceve meno di quanto versa, Tajani è durissimo: “L’Italia non è capace a spendere i fondi, basti pensare che il Lazio è la peggiore Regione d’Italia per utilizzo delle euro-risorse”.

E visto che Fiumicino è in piena campagna elettorale, Antonio Tajani sventola il pieghevole del candidato Mario Baccini, “l’unico candidato a sindaco di un Comune che ha spiegato quali sono i fondi europei e come vanno spesi”. L’endorsement per il già ministro degli Esteri che punta a governare il Comune più giovane del Lazio è diretto: “E’ il miglior sindaco che questo territorio possa avere, perché il vero rinnovamento non l’anagrafe ma l’esperienza. Mario Baccini ha tutte le carte in regola per vincere e governare questo Comune”. Alea iacta est direttamente da Bruxelles.

I commenti sono chiusi.